Home Chi siamo Contatti Iscriviti Newsletter
Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli (Proverbio Indiano)
29-12-2013
Petizione
di Sarah Testerini

PETIZIONE

 

NO AGLI IMPIANTI SPORTIVI NEL PARCO DEL PINETO!

 

SI AL VERDE PUBBLICO E ALLE ATTREZZATURE

PER IL TEMPO LIBERO PER TUTTI!!!

 

Nuovi spazi verdi per i cittadini del quartiere o vecchi spazi da abbandonare al degrado per poterli affidare ai privati?

 

RomaNatura sta per modificare il Piano di Assetto del Parco del Pineto e intende cambiare la destinazione dell’area in prossimità di Valle Aurelia.

 

Siamo alle solite: al posto di spazi verdi ed attrezzature leggere fruibili da tutti, come confermato dalla destinazione D1 prevista dal nuovo Piano d’Assetto per il Pianoro di Proba Petronia, per la fascia di parco compresa tra il Pianoro e la ferrovia RomaNatura prevederebbe una zona D7, in cui i privati interessati sarebbero autorizzati a realizzare e gestire impianti sportivi di maggiore impatto per l’ambiente e per la vivibilità del quartiere.

 

Per l’ennesima volta il Parco del Pineto è soggetto alle mire dei privati!

 

Questo non può essere accettato dai cittadini del quartiere che grazie al loro impegno hanno ottenuto l’acquisizione dell’area da parte della Regione (2006) e la previsione della sua riqualificazione ambientale attraverso la messa a dimora di attrezzature per il tempo libero, così come è stato fatto per il Pianoro di Proba Petronia.

Inoltre, con questa revisione del Piano d’Assetto si determinerebbe un’assurda differenziazione delle destinazioni (D1 e D7) per un’area che ha identiche caratteristiche ambientali e che merita di essere tutelata e fruita pubblicamente in modo unitario.

 

PERTANTO, CON QUESTA SOTTOSCRIZIONE CHIEDIAMO:

 

che la Regione Lazio e l’Ente gestore RomaNatura rispettino gli spazi verdi del Parco del Pineto lasciandoli alla pubblica fruibilità della cittadinanza e si impegnino a riqualificarli dal punto di vista ambientale (destinandoli a zona B o D1), così come prevede la L.R. n.29/97 che detta norme per la gestione delle aree naturali protette del Lazio “al fine di garantire e promuovere la conservazione e la valorizzazione delle stesse, nonché il recupero ed il restauro ambientale di quelle degradate”.

 


Torna all'home page »