Home Chi siamo Contatti Iscriviti Newsletter
Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli (Proverbio Indiano)
29-01-2014
Comunicazione su Commissione Ambiente Comunale
di Sarah Testerini

QUESTA VOLTA LE ISTANZE DEI CITTADINI HANNO PREVALSO!!


Nei giorni scorsi, subito dopo il lancio della petizione, abbiamo promosso una serie di incontri istituzionali al fine di sensibilizzare tutte le istituzioni competenti sulle due problematiche: il nuovo Piano di Assetto del Parco del Pineto e la manutenzione del Pianoro di Proba Petronia. Abbiamo incontrato rappresentanti del Municipio 14 (ex 19) (consiglieri Accorinti, Acquafredda e Colabello), rappresentanti del Comune di Roma (Assessore Lavori Pubblici Masini e tecnici del dipartimento) e l’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio Refrigeri, incontri che hanno portato alla convocazione ieri di una Commissione Ambiente del Comune di Roma (Presidente Athos de Luca) con il solo punto all’OdG : “Parco del Pineto: impianti sportivi” di cui vi relazioniamo.

Erano presenti in Commissione, oltre al Presidente, i consiglieri comunali Belviso ed Azuni, il Presidente del Municipio 14 Barletta, il Commissario ed il Direttore di RomaNatura, Gubbiotti e Fancello, vari tecnici del Comune, Mirella Belvisi di Italia Nostra e la delegazione della nostra Associazione formata da Marchegiani, Testerini ed Occhialini.

Innanzitutto diamo merito al Presidente De Luca di aver convocato la Commissione con tempestività sulla  problematica da noi sollevata dopo il preannunciato aggiornamento del Piano di Assetto del Parco del Pineto da parte dell’Ente RomaNatura (RN) e più specificamente sulla volontà di RN di voler indicare come D7 (area per impianti sportivi) la zona a fondo valle dell’ex campo sportivo di Valle Aurelia, acquistata nel 2006 dalla Regione Lazio, piuttosto che D1 (area di riqualificazione del verde pubblico con attrezzature per il tempo libero) come lo stesso Pianoro di Proba Petronia.

La Commissione ha dedicato la prima parte della riunione alla comprensione della problematica, ascoltando le posizioni di RN e della nostra Associazione.

L’Ente RN ha ribadito e motivato l’orientamento di indicare come D7 l’area in questione per possibili impianti sportivi, richiamandosi ai principi generali di un Accordo di Programma Comune-Regione.

L’Ass. BpP ha lasciato agli atti della Commissione un proprio documento in cui sostanzialmente abbiamo formulato le seguenti osservazioni:

-     il lavoro fin qui svolto dall’Ente RN è da approfondire criticamente, sia nei principi generali sia su alcuni punti particolari, prima della sua pubblicazione.

-     nei principi generali è da verificare che la nuova pianificazione proposta vada realmente nel senso di un maggior interesse e grado di tutela ambientale del Parco, piuttosto che prendere atto di situazioni di abbandono e degrado che finiscono poi per giustificare un maggior livello di “antropizzazione” ed “urbanizzazione”;

-     nello specifico, l’area di 3ha comprendente l’ex campo sportivo di Valle Aurelia non va assolutamente inserita in zona D7, destinata ad impianti sportivi, ma in zona D1, come la contigua area del Pianoro: area con attrezzature per il tempo libero. La destinazione proposta da RN non ci sembra assolutamente giustificata e la reazione dei cittadini sta a dimostrarlo!

 

Peraltro la posizione dell’Associazione è stata illustrata nei giorni scorsi anche all’Assessore regionale all’Ambiente Refrigeri, che si è dimostrato molto sensibile al problema, sollecitando anche una fattiva collaborazione tra istituzioni ed Associazioni per le questioni di manutenzione del verde pubblico e per la limitazione dei relativi costi.

 

I tecnici del Comune hanno poi illustrato lo stato della progettazione preliminare di riqualificazione dell’area di Valle Aurelia, come già illustrata ai cittadini in questi anni in assemblee pubbliche e come approvata in via definitiva dalla Conferenza dei Servizi del marzo 2013, che prevede un notevole investimento di risorse pubbliche e che non prevede un campo di calcio, bensì attrezzature leggere per attività di tempo libero (pallacanestro, pallavolo, pattinaggio, percorso podistico, oltre a panchine, alberi, ecc), come sempre richiesto dalla Ass. BpP, fin dalla presentazione del nostro progetto originale di riqualificazione dell’area, che ne determinò l’acquisto da parte della Regione Lazio.

 

Sono seguiti gli interventi: del consigliere comunale Belviso (sensibile alle istanze dei cittadini ma preoccupata ragionevolmente dei problemi legati alla manutenzione di queste aree adibite a verde pubblico), del consigliere comunale Azuni (dichiaratasi apertamente a favore della posizione espressa dalla Associazione, contro i pericoli per il verde pubblico in seguito alla possibile destinazione a campi sportivi), del Commissario di RN, Gubbiotti (il quale ha poi ridimensionato la problematica dicendo che l’Ente non avrebbe avuto problemi a recepire indicazioni dalla Commissione per una destinazione D1 dell’area in questione), del Presidente del Municipio XIV Barletta (chiaramente a favore delle azioni per accelerare  l’iter delle opere di riqualificazione secondo il progetto comunale, senza distogliere l’attenzione con discutibili attribuzioni dell’area da D1 a D7, ma mettendo a fuoco le risorse realmente disponibili per tale obiettivo, al riparo da qualsiasi tentazione speculativa), della rappresentante di Italia Nostra, Belvisi (per il pieno rispetto del processo partecipativo a difesa del Parco).

Il Presidente De Luca, intervenuto più volte nel corso del dibattito, ha sostenuto di fatto la posizione della nostra Associazione contro i rischi di una programmazione che possa prevedere un campo di calcio nell’area in discussione ed ha concluso la riunione impegnandosi a chiedere formalmente a RN che l’area in questione sia inserita in zona D1 (come da nostra richiesta) ed esprimendosi a favore di una  sollecita ripresa dell’iter progettuale dell’area da parte del Comune.

L’Associazione Balduina per il Pineto, considerando che il problema non sia affatto definitivamente superato fino a che non si vedrà recepita, nel documento ufficiale di RN di aggiornamento del Piano di Assetto del Parco del Pineto, la richiesta da noi sollecitata (tanto che fino alla fine della settimana continua la raccolta firme alla petizione che ad oggi ha superato 450 firme!!) valuta in ogni caso molto positivamente l’orientamento espresso dalla Commissione ed almeno per oggi si può dichiarare che le istanze poste dai cittadini hanno prevalso!!!

 


Torna all'home page »